Cerca
random image
April 6, 2021

Come diventare ghostwriter: la figura che scrive testi per i clienti rinunciando alla firma

La figura del ghostwriter risulta ancora oggi sconosciuta ai più: parliamo di chi scrive testi per i clienti rinunciando alla firma e accettando senza problemi nome e cognome di un’altra persona. Siamo di fronte a un professionista della scrittura online che firma un accordo chiaro e cede un contenuto di qualità.

Ghostwriter significato

Il ghostwriter (in inglese “scrittore fantasma”) è un autore pagato per scrivere libri, articoli, storie e pubblicazioni di vario genere. Vip e capi politici assumono spesso ghostwriter per scrivere o sistemare autobiografie, articoli e discorsi.

Ci sono dei requisiti specifici per diventare ghostwriter. Vediamo l’iter da seguire.

Come diventare Ghostwriter

In primis, è necessario sottolineare come diventare ghostwriter significhi fare affidamento a scritture diverse non sempre conciliabili in un’unica figura. Dipende se si sta mettendo mano al libro di un calciatore o al discorso di un esponente istituzionale. 

Diventare ghostwriter presuppone che ci si presenti in qualità di professionista della scrittura, quindi, il percorso è simile a quello di altre professioni digitali. Vedi, per esempio, il copywriter di cui abbiamo parlato in precedenza. L’inizio è sempre lo stesso: aprire un blog e poi dei profili social per essere scovati attraverso il meccanismo dell’inbound marketing. Alla stregua poi del SEO e del copywriter, lo scrittore fantasma deve studiare fonti, fare gavetta e sperimentare con progetti personali per mettere alla prova le conoscenze.

Un aspetto importante dell’attività è la sponsorizzazione del servizio che si offre. Diventare ghostwriterpresume la creazione di una landing page dedicata a questo servizio. Bisogna farsi conoscere e posizionare il proprio nome online attraverso un blog che sia facilmente ritrovabile nelle ricerche commerciali e informative e grazie all’aiuto di un piano di advertising sui social media. 

Ma per diventare ghostwriter è necessario trascorrere anche molto tempo con i clienti, ascoltarli, rinunciare alla propria personalità e riportare quella di un altro soggetto in un testo scritto alla perfezione. Ahimè, non è facile vivere solo di copywriting, pertanto, fate attenzione a non decidere in maniera frettolosa. Prendete prima confidenza con la scrittura in generale e poi decidete se mettervi al servizio di potenziali “scrittori” pronti a occultare il vostro ruolo. A volte accade che il ghostwriter possa ricevere un ringraziamento nella prefazione o nell’introduzione. Per i testi non di finzione, potrebbe essere nominato come “contributore” o “assistente alla ricerca”.